San Vittore, arrestato cappellano del carcere: violenza sessuale sui detenuti

di 20.11.2012 17:21 CET
Carcere
L'immagine di un carcere Reuters

Concussione e violenza sessuale ai danni di sei detenuti. Con queste accuse il cappellano del carcere di San Vittore (Milano), don Alberto Barin, è stato arrestato dagli uomini della polizia penitenziaria e della Squadra Mobile del capoluogo meneghino.

Secondo quanto comunicato in una nota dalla Procura di Milano il cappellano, che prestava servizio a San Vittore dal 1997, avrebbe "ottenuto prestazioni sessuali come compenso per la fornitura di generi di conforto o per interessamento alla loro posizione carceraria". Le sei vittime, tutte fra i 22 e i 28 anni, avrebbero subito violenze sin dal 2008. La denuncia è partita la scorsa estate e le indagini sono proseguite fino a oggi. Cinque i video che incastrerebbero Barin.

Barin risulta tra i firmatari di una marcia per l'amnistia promossa dai Radicali. "Se io entro tutti i giorni a San Vittore è perché credo nell'uomo e nelle sue possibilità" sosteneva in un'intervista che risale al 2006.

Commenti