Sanità, Napolitano: “Affidarsi anche ai privati, ma regole più severe”

  | 11.12.2012 13:54 CET
Napolitano
Napolitano

Intervenendo all'annuale relazione sul Servizio Sanitario presentata questa mattina a Roma dal Ministero competente, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano esprime un auspicio.

"Bisogna chiedere ai cittadini che, in ragione delle loro capacità di reddito, sono in condizione di dare maggiori contributi di darli, per finanziare il sistema sanitario pubblico. Il sistema deve essere pubblico, ma affidarsi anche al privato, che però deve sottostare a regole più severe e a controlli più oculati. La spending review deve intervenire su strutture che provocano spese abnormi, insostenibili e che possono creare degenerazioni corruttive".

La Sanità in Italia è da sempre uno dei settori su cui convergono gli interessi della malapolitica e della criminalità. Non è un caso che la spesa sanitaria sia la più pesante per tutti i bilanci regionali, spesso alle prese con veri e propri "buchi".

"Abbiamo comunque mantenuto il livello del nostro sistema sanitario - sostiene il Ministro della Sanità, Renato Balduzzi - Non va dimenticato che il nostro servizio sanitario nazionale ha affrontato la crisi di risorse sanitarie inferiore rispetto ad altri paesi. Sui problemi immediati di finanziamento si sono innestate esigenze di razionalizzazione del sistema che la crisi economica ha reso più urgenti".

Commenti