Delusione di romanista

di 26.04.2017 15:14 CEST

Ho appena visto su Sky uno spot in cui dietro una scrivania ‘presidenziale’ siede Totti, il genio del calcio universalmente riconosciuto che deve solo decidere quando ritirarsi con tutti gli onori perché ha quarant’anni. Nello spot una segretaria gli sottopone alla firma una pratica. E di che si tratta? Del sito di scommesse ‘dieci e Lotto’. Mi sono sempre chiesto, vedendo fare la stessa pubblicità a Miccoli nel Palermo e a Buffon nella Juventus, che bisogno avessero persone famose e quantomeno benestanti di fare anche questo.

Adesso anche Totti. È una bravissima persona un grande uomo e atleta, che la sua ironia sulle barzellette gli ha fatto scrivere un libro di successo i cui proventi sono andati a beneficio dei poveri di Roma. Ma che bisogno ha?

gcs