Se piace a Beppe va bene. Altrimenti…

di 03.04.2017 8:32 CEST

Se piace a Beppe va bene. Altrimenti…

di Giancarlo Santalmassi

Dunque: la rete è lo strumento più democratico che esista. Ma solo se fa quello che dice Grillo. Il caso Kassimatis è di una “didattica” chiarissima e emblematica.

Ricapitoliamo. A Genova alle “comunarie” (sarebbero, ma nel nuovo gergo della grillocrazia, le primarie comunali) aveva vinto, secondo il responso della rete, Marika Kassimatis.
Ma che succede? Grillo, che della democrazia se ne sbatte, decide di cancellare il risultato e di candidare il suo preferito Luca Pirondini. Risultato: l’unica legittimata dalla rete, la Kassimatis è furibonda, querela Grillo e Di Battista e i due finiscono indagati per querela.
Così è, ohibò! Oppure: un clic e via.