Schulz: "Italiani, non votate Berlusconi"

di 21.02.2013 11:46 CET
Crisi Ue
Martin Schulz all'Europarlamento Reuters/

"Silvio Berlusconi ha già spinto l'Italia al collasso con un comportamento irresponsabile al governo e con le sue scappatelle". È con queste dichiarazioni al quotidiano tedesco "Bild" che Martin Schulz, presidente del parlamento europeo, invita gli italiani a non votare Berlusconi.

"Con le prossime elezioni molto è in gioco, tra cui garantire che la fiducia costruita da Mario Monti non vada perduta" ha continuato Schluz "sono molto fiducioso che gli elettori italiani faranno la scelta giusta per il loro Paese". Schulz, infatti, ha invitato gli italiani a votare perché le riforme continuino.

In questo modo, quindi, il presidente dell'europarlamento si prende la sua personale rivincita nei confronti di Berlusconi che, il 2 luglio del 2003, durante un'infuocata sessione del parlamento europeo, lo aveva definito un kapò nazista.

Le parole di Martin Schulz, inoltre, sottolineano, se ce ne fosse ancora bisogno, lo scetticismo, se si vuole usare un eufemismo, con cui l'Europa guarda al leader del Pdl e l'endorsement ormai quasi sfacciato nei confronti del leader di Scelta Civica, Mario Monti.

Le reazioni da parte del Popolo della Libertà, tuttavia, non si sono fatte attendere. "Il rancore del presidente del Parlamento europeo Martin Schulz nei confronti dell'ex premier Silvio Berlusconi è cosa a tutti nota" ha dichiarato Vincenzo Gibiino, deputato del Pdl "ma la sua ingerenza sul voto italiano e il vile attacco mosso al leader del Pdl sono fatti estremamente gravi”.

"Schulz ricopre un importante ruolo istituzionale e proprio per questo dovrebbe stare al suo posto, senza intromettersi, evitando per di più di diffondere vergognose menzogne" ha continuato Gibiino "La posta in gioco, con il voto di domenica, è certamente alta, Silvio Berlusconi e tutto il Popolo della Libertà ne sono pienamente consapevoli, certi e determinati a guidare il Paese lontano dalle sabbie mobili della crisi".