Lingotti d'oro e d'argento

Ecco le monete d'oro del Califfo (che urlano la debolezza dello Stato Islamico)

Il Califfo ha deciso di coniare monete d'oro, argento e rame per dare un simbolo al suo Stato. La scelta di usare metalli ha perfettamente senso per l'IS, ma dimostra facilmente che lo Stato Islamico non è un'organizzazione destinata a durare a lungo. Tuttavia bisogna ammettere che hanno un certo fascino.

Russia

La guerra dei prezzi del Petrolio fa arrabbiare la Russia (ancora di più) [seconda parte]

Se gli arabi fisseranno il prezzo del petrolio sotto i 90 dollari per distruggere il boom del gas di scisto, la Russia si ritroverebbe attaccata su due fronti: ...

Russia

La guerra dei prezzi del Petrolio fa arrabbiare la Russia (ancora di più) [prima parte]

Da settimane il prezzo del petrolio è in picchiata. La Russia accusa l'Arabia di manipolazione, ma il greggio sta crollando per motivi tutt'altro che complottisti.

raffineria di petrolio al lavoro

ISIS: quali effetti ha l'avanzata degli islamisti sull'economia dell'Iraq?

Le milizie dell'ISIS stanno mettendo a ferro e fuoco le regioni settentrionali dell'Iraq. Questa invasione sta causando numerose vittime tra la popolazione civile.

West Bank wall

Quattro domande per meglio comprendere l'economia palestinese

Da ben 25 giorni Israele e Palestina stanno combattendo l'ennesimo conflitto che li vede contrapposti.

Crisi

Renzi Merkel

La Germania marcia verso la recessione: si apre la terza fase della crisi europea?

La Germania non è su Marte: il rallentamento europeo e quello globale stanno avendo effetti anche sulla "solida" Berlino. Il Paese potrebbe cadere nella terza recessione in pochi anni (come l'Italia), ma non sembra voler cambiare idea sulle sue fallimentari ricette.

Focus Economia

Matteo Renzi alla Camera

Stabilità, una oscura spending review e deficit: così il governo ci fa pagare i suoi errori

30 miliardi, metà dei quali finanziati da una revisione di spesa che, nel migliore dei casi, avrà effetti pesanti sui servizi ai cittadini. Le promesse, compresa la riduzione delle tasse, vengono pagate con il deficit. E Bankitalia esprime le sue perplessità sugli azzardi dell'esecutivo.

Internazionale

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci