Obama

KEVIN LAMARQUE / Reuters

La CIA lo vuole: Obama ha intenzione di ripristinare la tortura?

La tortura potrebbe ritornare nei manuali di interrogatorio della CIA, come ai tempi di Bush e Abu Ghraib. Nell'amministrazione Obama sarebbe in atto un dibattito fra militari e civili: i primi vogliono che sia possibile torturare prigionieri all'estero, al contrario di quanto deciso da Obama nel 2009. Decisione il mese prossimo a Ginevra.

Cyber-attacks

Il bug ShellShock mette a rischio anche le banche: le autorità USA "ordinano" di aggiornare i sistemi

Anche se l'utente medio è al riparo dall'ultimo grande bug di internet, altre istituzioni potrebbero essere enormemente colpite da ShellShock: fra di ...

Droga

USA: Citi, Deutsche Bank e Bank Of America coinvolte in un giro di riciclaggio di denaro

Accade negli Stati Uniti, al termine di un'operazione che affonda le radici a Boston nel 2011. Alcune sedi americane dei tre grandi istituti di credito ven...

Federal Reserve

Il giorno di Jackson Hole: milioni di posti di lavoro nelle mani di Janet Yellen

Si apre oggi il simposio di Jackson Hole: il presidente della Fed Yellen dovrà sostenere il fatto che l'economia USA è ancora troppo debole e l'inflaz...

Volkswagen

Perché Volkswagen vorrebbe comprare FIAT (e soprattutto Chrysler)?

Il rumor è piombato sul mercato in mattinata: il gruppo tedesco Volkswagen sarebbe intenzionato a rilevare il gruppo FIAT o almeno una quota della società che c...

Crisi

Renzi Merkel

La Germania marcia verso la recessione: si apre la terza fase della crisi europea?

La Germania non è su Marte: il rallentamento europeo e quello globale stanno avendo effetti anche sulla "solida" Berlino. Il Paese potrebbe cadere nella terza recessione in pochi anni (come l'Italia), ma non sembra voler cambiare idea sulle sue fallimentari ricette.

Focus Economia

Matteo Renzi alla Camera

Stabilità, una oscura spending review e deficit: così il governo ci fa pagare i suoi errori

30 miliardi, metà dei quali finanziati da una revisione di spesa che, nel migliore dei casi, avrà effetti pesanti sui servizi ai cittadini. Le promesse, compresa la riduzione delle tasse, vengono pagate con il deficit. E Bankitalia esprime le sue perplessità sugli azzardi dell'esecutivo.

Internazionale

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci