Mohammed VI

Thierry Gouegnon / Reuters

Marocco: colloquio tra Mohammed VI e Ban Ki-moon sul Sahara

Rabat difende la propria integrità territoriale non rinunciando alle sue regioni meridionali

Tunisia: murales raffigurante una foglia di marijuana

Cannabis e Tunisia: tra proibizionismo e corruzione, cresce la richiesta di un dibattito

Ancora oggi, nonostante i tre anni dalla 'cacciata' di Ben Alì, il Paese si avvale di una norma repressiva che equipara i piccoli consumatori ai peggiori criminali.

Abdelaziz Bouteflika, attuale presidente algerino in corsa per un quarto mandato

Algeria, elezioni presidenziali alle porte. Serviranno davvero a qualcosa?

Secondo molti osservatori le elezioni presidenziali algerine saranno solo un altro appuntamento di democrazia monca. Particolarmente favorita la ri-elezione (per la quarta volta consecutiva) di Abdelaziz Bouteflika.

Congo: un miliziano cammina vicino ad un gruppo di donne

Congo, rapporto ONU: 3600 vittime di stupro in 4 anni

Secondo lo studio, effettuato dall'Ufficio delle Nazioni Unite per i diritti umani in Congo, sulla totalità dei casi i colpevoli si dividono a metà tra soldati dell'esercito regolare e ribelli.

Ruanda, 1994: un bambino si copre il volto davanti alle vittime del genocidio

Genocidio Ruanda: vent'anni dopo, una ferita ancora aperta

Il 6 aprile del 1994 cominciarono i 100 giorni più bui del piccolo Paese africano: tra gli 800mila e il milione di cittadini di etnia tutsi furono sterminati dagli estremisti hutu nel silenzio colpevole del mondo.

Internazionale

Il porto di Tartus, Siria

Paradiso nell'inferno siriano: ecco l'isola di Tartus che piace a regime e benestanti

Città fedele al regime e unitaria, o crocevia di etnie? Ecco Tartus, città costiera lontana dalle cronache e dal conflitto, sfruttata da Assad come simbolo del funzionamento dell'attuale Stato siriano.

In evidenza

Grigorij Rasputin

Rasputin: il contadino siberiano che segnò la caduta degli zar

Vita e morte di una delle figure più controverse della storia, Grigorij Rasputin, l’uomo dalle presunte capacità occulte che determinò il crollo dell’impero zarista. Dall’influenza sulla zarina, alla sua vita di eccessi, fino al mito del suo assassinio che, secondo una recente teoria, vede il coinvolgimento dei servizi segreti inglesi.

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci