Messico

Edgard Garrido / Reuters

Farsi giustizia da soli è una "moda" sempre più diffusa nell'America Latina

Mentre in Messico si cerca di porre un freno alle bande di vigilantes che combattono i cartelli della droga, la giustizia "fai-da-te" è in continuo aumento in molti altri Paesi dell'America Latina. Ma i linciaggi non sembrano contribuire alla lotta al crimine: anzi, spesso è il contrario.

Maduro Xi Jinping

La Cina tiene a galla il Venezuela, ma Maduro vuole una relazione ancora più stretta

Nonostante uno squilibrio favorevole a Pechino, Venezuela e Cina hanno reciprocamente bisogno l'uno dell'altra.

Argentina

Argentina, grande sciopero contro l'inflazione: resa dei conti con la realtà per il governo della demagogia?

Il governo argentino, negli ultimi mesi, ha messo in atto timide riforme nel tentativo di tirarsi fuori dal buco nero economico in cui il Paese è entrato grazie a demagogia e ignoranza economica.

Venezuela

Il Venezuela è la nuova Primavera Araba? Ecco perché le proteste somigliano più all'Egitto che al Brasile

Da mesi il governo venezuelano deve affrontare proteste incessanti che chiedono un cambio di regime.

La bandiera degli USA e quella di Cuba

ZunZuneo: il 'Twitter cubano' finanziato dagli USA per far cadere il regime comunista

Secondo l'AP, i timori di molti funzionari cubani erano fondati: gli States hanno cercato di fomentare attraverso la Rete una sorta di Primavera cubana.

Internazionale

Uno sherpa sull'Everest

Everest: muoiono più sherpa che alpinisti occidentali. La loro vita vale così poco?

Dal 1950 al 2009, la montagna più alta del mondo è diventata sinonimo di morte per 608 sherpa e per 224 alpinisti. Alla base di questa differenza la pericolosità del lavoro svolto dai portatori, veri e propri apri-pista delle spedizioni internazionali.

In evidenza

Mordechai Vanunu, ex tecnico nucleare israeliano

Mordechai Vanunu, eroe o traditore? Ecco l'uomo che rivelò i segreti atomici di Israele

Dopo 18 anni di carcere, di cui 11 in isolamento Mordechai Vanunu continua a subire l'oppressione di Tel Aviv. L'ex tecnico nucleare, colpevole di aver svelato al mondo il programma nucleare israeliano nel 1986, non può lasciare il Paese e non può parlare con cittadini stranieri o giornalisti.

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci