Benjamin Netanyahu durante l'Assemblea Generale delle Nazioni Uniti, occasione in cui ha paragonato lo Stato Islamico ad Hamas

Reuters

Stato Islamico: i perché dell'indifferenza di Tel Aviv alla minaccia del "califfato"

Nonostante gli annunci e la presenza di alcuni combattenti israeliani tra le fila dell'IS, Tel Aviv si dimostra piuttosto fredda nei confronti dell'avanzata jihadista tra Iraq e Siria. Ecco perché

Una piantagione afghana

Afghanistan: nel 2013 record della produzione di oppio

Laddove negli anni scorsi era stata dichiarata la zona "oppium free", nell'ultimo anno si è assistito ad un boom delle coltivazioni.

Vittime di un attacco da parte dello Stato Islamico di Iraq e Siria

IS: il dramma delle tribù siriane, ennesime vittime della furia jihadista

I guerriglieri curdi e gli ostaggi occidentali non sono le uniche vittime della furia jihadista. Diverse tribù siriane, infatti, hanno tentato di ribellarsi all...

Kobane dal confine Turco

Ankara e il petrolio del Kurdistan iracheno: perché la Turchia permette ai peshmerga (non al PKK) di aiutare Kobane

Lunedì la Turchia ha annunciato che permetterà ai peshmerga provenienti dal Kurdistan iracheno di aiutare Kobane, città sotto assedio da oltre un mese e guardat...

Aiuti umanitari Siria

IS: perché gli aiuti umanitari sono un vantaggio per gli jihadisti

Consistenti aiuti umanitari vengono inviati in Siria per aiutare le popolazioni sfollate. Questi aiuti, tuttavia, finiscono per arricchire i miliziani dell’IS ...

Internazionale

Una piantagione afghana

Afghanistan: nel 2013 record della produzione di oppio

Laddove negli anni scorsi era stata dichiarata la zona "oppium free", nell'ultimo anno si è assistito ad un boom delle coltivazioni. Il tutto per un giro d'affari, solo nel 2013, di 3 miliardi di dollari.

In evidenza

Vittime di un attacco da parte dello Stato Islamico di Iraq e Siria

IS: il dramma delle tribù siriane, ennesime vittime della furia jihadista

I guerriglieri curdi e gli ostaggi occidentali non sono le uniche vittime della furia jihadista. Diverse tribù siriane, infatti, hanno tentato di ribellarsi alla dominazione dell’IS scoprendo ben presto in che modo gli uomini di al-Baghdadi si assicurano il consenso della popolazione locale.

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci