Un razzo al momento del lancio

Reuters

Sicurezza spaziale: tra tensioni, incidenti causali o intenzionali, sale il rischio di una crisi internazionale

Cina, Corea del Nord e Iran sono le principali minacce per la sicurezza spaziale degli USA e dei suoi alleati. Tra incidenti intenzionali, casuali e tensioni ad hoc, ecco la Space Oddity statunitense.

Militanti filo-russi occupano l'edificio del governo regionale di Donetsk

Ucraina, l'accordo di Ginevra è già un fallimento: tutti gli scenari peggiori rimangono aperti

Nonostante i colloqui e il patto firmato tra Kiev, Mosca, Bruxelles e Washington, la tensione nelle regioni orientali ucraine rimane massima.

Taiyuan, Cina: il sole nascosto dai fumi emessi da un'azienda

Cina: l'inquinamento dell'aria dietro al cambiamento climatico globale

Stando ad uno studio dell'Università del Texas, "l'aerosol atmosferico" proveniente dall'Asia e dalla Cina è una delle cause del progressivo formarsi di tempeste e cicloni sul Pacifico.

Centro Culturale Islamico di New York

New York, cittadini musulmani più liberi: stop al programma di spionaggio su moschee e movimenti arabi

Il Dipartimento di polizia newyorkese (NYPD) ha deciso di sciogliere un programma 'ereditato' dall'amministrazione Bloomberg e in odore di psicosi antiterrorista post-9/11.

Russia

La strategia di Putin: creare “caos controllato” per ottenere un’Ucraina federale

La situazione nelle regioni orientali dell’Ucraina precipita, ma Putin non vuole frammentare il Paese.

Internazionale

Uno sherpa sull'Everest

Everest: muoiono più sherpa che alpinisti occidentali. La loro vita vale così poco?

Dal 1950 al 2009, la montagna più alta del mondo è diventata sinonimo di morte per 608 sherpa e per 224 alpinisti. Alla base di questa differenza la pericolosità del lavoro svolto dai portatori, veri e propri apri-pista delle spedizioni internazionali.

In evidenza

Mordechai Vanunu, ex tecnico nucleare israeliano

Mordechai Vanunu, eroe o traditore? Ecco l'uomo che rivelò i segreti atomici di Israele

Dopo 18 anni di carcere, di cui 11 in isolamento Mordechai Vanunu continua a subire l'oppressione di Tel Aviv. L'ex tecnico nucleare, colpevole di aver svelato al mondo il programma nucleare israeliano nel 1986, non può lasciare il Paese e non può parlare con cittadini stranieri o giornalisti.

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci