Siria: la Russia ha collocato missili balistici nucleari?

di 12.01.2017 9:05 CET
Russia, missile Iskander
Personale militare russo mentre prepara un missile Iskander Sergei Karpukhin/Reuters

Secondo alcune immagini ad alta risoluzione rilasciate mercoledì (11 gennaio) da una compagnia israeliana, la Russia ha disposto missili balistici nucleari in Siria. Le immagini arrivano a seguito della dichiarazione di Mosca, che sostiene di aver iniziato a ridurre la sua presenza militare nel paese.

Le immagini, catturate dal satellite Eros B di costruzione israeliana, sono state postate il 5 gennaio sul sito web di ImageSat International (iSi), una sussidiaria delle Industrie Aerospaziali di Israele - la compagnia di stato responsabile per i satelliti spia di Israele.

La compagnia ha detto che le immagini “rappresentano la prima prova visiva della presenza di questi sistemi in Siria”, dei mezzi di lancio Iskander, in grado di impiegare missili terra-terra conosciuti alla NATO come SS-26 e attualmente situati alla base russa Hmeymin di Latakia, in Siria.

Il rapporto, pubblicato sul sito della compagnia, fa una paragone tra le immagini catturate verso la fine di novembre, che mostrano “elementi missilistici” in modo non troppo chiaro, con quelle più recenti, in cui vengono mostrati i veicoli più chiaramente. Il rapporto fa notare: “molto probabilmente, le forti piogge e le alluvioni hanno forzato il ricollocamento di questi due elementi nell’area rilevata dagli analisti di iSi”.

La settimana scorsa, la Russia ha fatto sapere che ha iniziato a ridurre le forze in Siria, secondo i termini del cessate il fuoco siglato tra il governo siriano e i ribelli, ma la Reuters ha fatto notare che Mosca in passato ha fatto fatica a mantenere le sue promesse per quanto concerne il ritiro delle sue forze militari dalla Siria.

Nonostante la Russia abbia annunciato a marzo dello scorso anno una riduzione delle sue forze in Siria, il Cremlino ha continuato a inviare sostegno aereo e di terra e ha inoltre ha inviato rafforzamenti significativi a ottobre, secondo quanto riportato nell’articolo della Reuters.

Il sito web militare russo informant.com ha pubblicato un video molto breve che ha catturato lo scorso marzo la presenza di mezzi di lancio Iskander presso la base di Hmeymin, il primo segnale della presenza di questi mezzi in Siria.