Sondaggi: Grillo oltre il 18%, Pd vola e Monti non salva il Pdl

  | 18.12.2012 9:49 CET
Elezioni 2013
Foto d'archivio

Stavolta Mentana, con l'apporto dell'Emg che ogni settimana stila l'ormai famoso sondaggio per La7, si è divertito a vedere quanto la posizione di Monti potrebbe spostare i voti. Ebbene, il Pdl non verrebbe salvato neppure dall'intervento del professore. Da giorni gli ex Berluscones si sono staccati dal padre in cerca di adozione. E' nata 'Italia Popolare', in molti si dicono pronti a mettersi sotto l'ala del luminare della Bocconi ma i risultati non cambiano. O meglio, anche sotto l'ala di Monti il Pdl non acquisterebbe terreno sufficiente per arrivare al Pd.

La coalizione di centrosinistra (Pd, Sel, Psi) viene quotata al 37,9%, mentre i moderati per Monti (Pdl, Udc, Montezemolo e Fli tra le forze principali) si fermano al 25,1 per cento. Insomma, Monti non fa il miracolo. Grillo, da un'immaginaria alleanza di Monti con il Pdl salirebbe ancora, superando il 18%.

Tornando invece al classico sondaggio, ovvero alle proiezioni sui partiti senza immaginare coalizioni ipotetiche, il Pd è saldissimo in vetta e il M5S cresce: Pd totalizza il 32,9%, Grillo il 16,6% mentre il Pdl un modesto 16%. Vendola, stando sempre ai dati Emg, scenderebbe al 5,1%. Al centro l'Udc guadagna lo 0,5% e sale al 4,4%, mentre la lista Montezemolo cresce dello 0,4% al 3 per cento, ancora crollo per Idv (1,4%).

 

Leggi anche:

Grillo ce la fa: decreto dimezza le firme per correre alle elezioni 

"Monti stai sbagliando". Per Bersani lo scontro è inevitabile 

 

 

Altri articoli di IBT MEDIA

Commenti