Sondaggi: sale il Pdl. Effetto Berlusconi?

  | 11.12.2012 13:29 CET
Elezioni 2013
Foto d'archivio

Il Pdl guadagna un + 1% e si porta al 16,3%. Dopo settimane di discesa irrefrenabile, il Popolo della Libertà fa registrare un incremento. Poca roba è evidente, ma pur sempre uno scalino in più per accorciare la distanza quasi incolmabile con il Pd.

Questo il dato forse più rilevante del consueto sondaggio Emg effettuato per conto del Tg di Mentana. Che la discesa in campo di Berlusconi -la sesta- abbia riacceso qualche scintilla negli elettori del centrodestra? Forse, ma obiettivamente è ancora presto per dirlo.

Sale anche il M5S che dopo le Parlamentarie, per quanto discusse e polemiche, totalizza il 17,2%.  Finisce invece la spinta propulsiva delle  Primarie per il Partito democratico che scende, si fa per dire perché  il risultato resta comunque altissimo, al 33,2%. Il Pd è saldo in vetta rappresentando il primo partito nel Paese.

Lega stabile al 6,4% mentre la Destra di Storace segna il 2%. Sel di Vendola porta a casa il 5,7% e il Psi l'1,4.

In un tweet  lo stesso Mentana sintetizza: "Oggi (ieri ndr) c.sinistra 39,3%, c.destra 24,8%. Berlusconi parte 14.5 punti indietro".

 

LEGGI ANCHE:

"Mio nipote lo chiamano spread". Sul Cav: "Gli italiani non sono degli sprovveduti" 

"B erlusconi non usi la Germania per la campagna elettorale" 

 

 

Commenti