Spotify arriva in Italia: musica in streaming, legale e anche gratis

di 12.02.2013 11:52 CET
Spotify
Il servizio di streaming musicale è stato violato Spotify AB

Arriva Spotify. È disponibile da oggi, in Italia, la piattaforma per lo streaming musicale. Spotify mette a disposizione un catalogo composto da oltre 20 milioni di brani, da ascoltare sul proprio PC oppure tramite smartphone e tablet, anche in mobilità.

L’uscita italiana arriva proprio nel giorno di apertura del Festival di Sanremo al teatro Ariston. Tra oggi e sabato, si potranno dunque ascoltare le canzoni in concorso di vari artisti, più inediti di Max Gazzè e nuovi album in esclusiva di Simona Molinari e Annalisa. La piattaforma sta avendo un successo planetario: in Europa e negli Stati Uniti si contano 20 milioni di utenti attivi e 5 milioni di abbonati a pagamento.

Spotify fu lanciato in Svezia nel 2008. Il suo successo è dovuto al fatto che le canzoni non vengono scaricate e conservate nell'hard disk come accade nei negozi di download tipo iTunes, ma si ascoltano senza salvarle, un po' come alla radio o con i video su YouTube. A differenza della radio, però, il servizio è on demand: l'utente non riceve passivamente un flusso di brani, ma può scegliere cosa ascoltare. I costi? C’è Spotify Free, ovviamente gratuito. Si può ascoltare tutta la musica che si vuole, senza limitazioni, ma con banner e annunci pubblicitari. Poi c’è Spotify Unlimited che costa 4,99 euro al mese ed elimina tutta la pubblicità. Queste opzioni richiedono un collegamento costante a Internet: la musica si ascolta solo online e su desktop. Diverso il discorso per Spotify Premium, a 9,99 euro al mese dove la piattaforma funziona anche su dispositivi mobili.

Spotify è un servizio legale al 100%: la musica che offre è autorizzata dai rispettivi autori/editori. Il suo catalogo è immenso e variegato anche se non ancora al livello del leader storico della musica online: iTunes. Per varie ragioni. Mancano i gruppi che iTunes ha in esclusiva per il Web (un nome su tutti: i Beatles). Tra i pochi altri big assenti, Led Zeppelin, Pink Floyd, Ac/Dc.

Per l’occasione il sito ufficiale e l’intera interfaccia del software sono stati completamente tradotti in italiano, così da facilitare la registrazione e l’utilizzo di Spotify anche a chi ha poca familiarità con l’inglese. Di seguito è riportata una guida utile per portare a termine in pochi minuti il processo di creazione dell’account e il login.

Visitare l’homepage di Spotify; 1. Cliccare sul pulsante “Ottieni Spotify” (in alto a destra) per scaricare il client sul proprio computer; 2. Cliccare sul pulsante “Accedi”, poi selezionare una delle due opzioni disponibili: “Accedi con Facebook” o “Accedi con i dati Spotify”. Nel secondo caso è necessario compilare i campi “Nome utente” e “Password” se già posseduti, oppure registrare un account con “Vuoi creare un account Spotify ora?”; 3. Lanciare il file d’installazione scaricato in precedenza e seguire i passaggi visualizzati fino al termine dell’operazione; 4. Quando viene mostrata la schermata di login inserire “Nome utente” e “Password” o, in alternativa, accedere tramite Facebook; 5. Una volta avviato il programma è possibile scegliere se connettere il proprio account con il social network o meno, per poi selezionare o deselezionare l’opzione “Mostra quello che ascolto su Facebook”.

 

Commenti