Stampa 3D, 24 ore per stampare una casa da 230 mq [VIDEO]

di 21.01.2014 16:25 CET
Costruzione di una casa con la tecnica della stampa 3D
Costruzione di una casa con la tecnica della stampa 3D Contour Crafting

Che la stampa 3D fosse un settore in fortissima espansione è una cosa ben nota, e quasi quotidianamente arrivano novità stimolanti sia a livello di dispositivi che di materiali che dimostrano quale sia il potenziale enorme, ed in gran parte ancora inespresso, di questa tecnologia. Ma in questo flusso costante di notizie sul tema, quella in arrivo dagli USA merita certamente un posto di rilievo: stiamo parlando della "stampa" di una casa a due piani, per complessivi 230 metri quadri, in appena 24 ore.

Il progetto è basato sul lavoro di alcuni ricercatori della University of Southern California, e sfrutta una tecnologia denominata Contour Crafting, creata dal professor Behrokh Khoshnevis. La costruzione prevede una sorta di gigantesca stampante 3D, che utilizza cemento a presa rapida per stendere, esattamente come avviene per le stampanti 3D da casa, uno strato dopo l'altro, fino a costruire muri e pavimenti dell'edificio. Fondamentalmente si tratta di "un aumento delle dimensioni della stampa 3D fino a quelle di un edificio", afferma Khoshnevis.

Contour Crafting

"Un'intera casa, o anche una schiera di case - spiegano gli sviluppatori - anche con un differente design per ognuna, potrebbe essere automaticamente costruita in un colpo solo, comprese tutte le condutture per elettricità, fognature ed aria condizionata in ogni edificio".

LEGGI ANCHE:

Stampanti 3D al CES 2014, nuovi modelli: prezzi per tutte le tasche

Photoshop: arriva il supporto per la stampa 3D [VIDEO]

3Doodler, la penna che consente di creare oggetti 3D [VIDEO]  

Il progetto è anche mirato allo sviluppo di un'edilizia rispettosa dell'ambiente: oltre a notevoli risparmi dal punto di vista dell'energia necessaria a costruire un'abitazione, "stampare" in 3D una casa comporterebbe anche una consistente diminuzione della quantità di materiali utilizzati.

Ma l'ambizione dei ricercatori statunitensi non si limita alla semplice costruzione di case sulla Terra, ma va ben oltre: "Contour Crafting - viene spiegato sul sito - sarà molto probabilmente uno dei pochi approcci utilizzabili per costruire delle strutture sulla Luna o su Marte, la cui colonizzazione umana è prevista entro la fine del secolo".

[Fonte: Contour Crafting]

LEGGI ANCHE:

Ecco le password più comuni in rete: sicurezza informatica a rischio?

Scie chimiche: ecco le (inutili) interrogazioni parlamentari sul tema

Auto elettriche, in Cina arriva il primo "distributore automatico": è l'ultima frontiera del car sharing? (VIDEO)