"Tassare i piccoli investitori trattandoli come speculatori sarebbe stato immorale", l'intervista a Gianvito D'Angelo

di 14.12.2012 14:55 CET
Gianvito D'Angelo
Gianvito D'Angelo Gianvito D'Angelo

Eccoci di nuovo con il consueto appuntamento di IBTimes con i professionisti del trading. Di ritorno dall'ITF di Napoli, uno dei maggiori eventi nel campo degli investimenti e del trading, abbiamo con noi, come ogni settimana, Gianvito D'Angelo.

D.P.:Dopo la perfetta analisi pubblicata su IBTimes sull'andamento del Nasdaq (collegamento articolo) volevo chiederti: come hai fatto? Se non ci fosse la data dell'articolo a testimoniarlo, sembrava tu avessi già visto il grafico

G.D.:E' la naturale applicazione di una tecnica, niente di eccezionale, davvero, facilmente replicabile oltretutto...

D.P.:Hai anche operato in tempo reale all'ITF davanti ad un pubblico di traders uscendone con un gain cospicuo. Che tecniche hai usato?

G.D.:Negli ultimi 2 anni ho cercato strade nuove, al di fuori dalle tradizionali dinamiche dei prezzi, ho visto che il mercato cerca di spingerci in una certa direzione dandoci segnali quasi inequivocabili, per poi fare il contrario! Da qui sono nati concetti come quello di "Day &Night" e "Morning Box"

D.P.:Quanto influisce il money management nel trading?                                                                  

G.D.:Moltissimo! La gestione di un trade deve essere inanzitutto economica e non grafica, la mia mission è una sola: difendere i guadagni potenziali nel book, mentre l'entrata è chiaramente sempre grafica!

D.P.:Proprio oggi sono usciti ulteriori dettagli in merito alla Tobin Tax. Saranno esenti i derivati esteri e il mercato forex. Che ne pensi? Un giusto compromesso?

G.D.:Mi è piaciuta soprattutto la parte relativa alla tassazione degli HFT sugli ordini immessi, se  superano in una certa percentuale quelli eseguiti. Tassare i piccoli traders trattandoli come speculatori sarebbe stato moralmente ingiusto, mi sembra quindi nella sostanza un compromesso accettabile. Grazie a te David ed a tutti i lettori di IBTimes!

 

 

Commenti