"Vendesi causa mancato utilizzo laurea in scienze Politiche"

di 18.01.2013 18:26 CET
Studenti
Immagine d'archivio Reuters

Studere, studere, quid valere...dicevano i latini e come non dargli torto nell'Italia di oggi dove è sempre più difficile il rapporto tra giovani e lavoro. Si rivende la laurea per mancato utilizzo. Incredibile ma vero. Protagonista dell'atto singolare un romano di 26 anni disoccupato che, preso dallo sconforto, ha deciso di mettere in vendita l'agognata laurea in Scienze Politiche su eBay.

Un centesimo la base d'asta, ma dopo una decina di offerte il prezzo è salito a 400 euro. Questo l'annuncio intitolato ironicamente "Raffinata Pergamena color avorio": «Vendesi causa mancato utilizzo laurea in scienze Politiche», si legge nell'inserzione.«La pergamena finemente decorata può assolvere diversi compiti e funzionalità. Le ampie dimensioni dell'attestato permettono di poter costruire fino a 3 aeroplanini di carta, ottimo per accendere il fuoco nei mesi invernali o per sventolare parenti e amici nelle torride sere d'estate. Per i più sapienti con le mani può essere arrotolata per costruire un binocolo efficientissimo e potentissimo con cui guardare le stelle nelle notti in cui noi facciamo i camerieri, o anche arrotolarlo per fare un simpatico cono in cui inserire le caldarroste, mentre fate visita nei ai negozi in cui lavoriamo come commessi».

Nell'inserzione, il ragazzo ha usato molta ironia: «Costruita in materiale resistente può anche essere utilizzata come tappeto volante per sognare una vita migliore, la stessa che immaginavamo dopo averla presa (scimmia parlante non inclusa). La parte posteriore è completamente bianca e può essere utilizzata quindi come tovaglia per i fast-food o può essere usata dai vostri figli per colorare con i pastelli. La versione deluxe del pacchetto contiene anche un master un corso di specializzazione all'estero e vari attestati di lingua nel caso che vogliate arredare una parete delle vostre case con dell'inutile carta straccia». E in fondo all'annuncio: «Regalo in cambio di lavoro».

 

Commenti