Vendola presenta i capilista Sel. E allontana Monti da Bersani

di 03.01.2013 20:18 CET
Vendola, Monti fuori dal governo ma ci appoggi
Nichi Vendola Reuters

Nichi Vendola snocciola in conferenza stampa alcuni nomi dei capilista che Sinistra Ecologia e Libertà (accreditata dai sondaggi di un sei per cento dei consensi) presenterà alle Elezioni del 24-25 febbraio.

Giorgio Airaudo (Fiom) in Piemonte, Monica Frassoni e Claudio Fava in Lombardia (rispettivamente al Senato e alla Camera), Grazia Francescato in Veneto, Laura Boldrini (portavoce dell'Alto Commissario Onu per i rifugiati) e Maria Luisa Boccia nelle Marche (Camera e Senato), Giuliano Volpe in Puglia, Roberto Natale (Federazione Nazionale Stampa Italiana, il sindacato dei giornalisti) in Umbria, Pape Diaw in Toscana, Francesco Forgione in Liguria. Il governatore della Puglia si candiderà alla Camera, in più circoscrizioni, ma non sarà capolista.

Non si è sottratto quando ha dovuto rispondere a Monti, che stamane ha chiesto a Bersani di 'silenziare le ali estreme' della coalizione di centrosinistra. Lui, la Cgil e Stefano Fassina, responsabile economico del Pd. "Monti gli sta facendo intorno la danza della morte, sfilandogli il responsabile economico Stefano Fassina e il sottoscritto, che ne è il principale alleato".

"Chi ha l'abitudine al comando non per volontà del popolo ma per l'appartenenza ad una classe alta e rarefatta fatica a comprendere i meccanismi che regolano la democrazia - prosegue Vendola - Dalle sue parole Monti rimuove completamente gli insuccessi del suo governo. Penso al disastro della politica industriale, alla sistematica espulsione dei giovani dal futuro produttivo del paese, o ai tagli alla ricerca e all'innovazione".

 

Commenti