Venezuela: un giorno in meno di lavoro per far fronte alla crisi energetica

di 07.04.2016 16:00 CEST
Maduro PDVSA
Il Presidente del Venezuela Nicolas Maduro durante un incontro con i rappresentanti del settore petrolchimico nello stato di Monagas, Venezuela. 19 febbraio 2016. REUTERS/Miraflores Palace

Il presidente del Venezuela Nicolas Maduro ha decretato che per i prossimi due mesi tutti i venerdì saranno di vacanza, nel tentativo di risparmiare energia per bilanciare il blackout che ha colpito il paese membro dell’OPEC.

"Avremo un lungo week-end", ha detto mercoledì Maduro durante una lunga apparizione alla televisione di stato, annunciando la misura come parte di un piano di 60 giorni per combattere la crisi energetica.

Una grave siccità, unita a ciò che i critici affermano essere una mancanza di investimenti e di manutenzione nelle infrastrutture energetiche, ha colpito la nazione americana del Sud, che dipende dall'energia idroelettrica per il 60 per cento della sua elettricità.

L'opposizione venezuelana ha bollato la mossa della nuova settimana lavorativa di quattro giorni come sconsiderata di fronte a una recessione amara, alla carenza di alimenti e di medicine, e a un'inflazione a tre cifre.

Il provvedimento arriva sulla scia di un altro decreto di Maduro che ha stabilito una pausa di una settimana nel periodo di Pasqua, ordinando ad alcuni centri commerciali di generare da sé l'elettricità di cui hanno bisogno, e accorciando ore alla giornata lavorativa.

"Per Maduro il modo migliore per risolvere questa crisi è quello di ridurre la produttività del Paese", ha detto l'assessore della città di Caracas Jesus Armas.

Alcuni venezuelani sono scesi nei social media per esprimere la loro sorpresa. "Stai scherzando ???", ha scritto un utente Twitter. Molti altri si sono chiesti come la misura avrebbe impattato sulle scuole, sulle procedure burocratiche e nei supermercati.

Non è stato immediatamente chiaro su i venerdì senza lavoro avrebbero influenzato il settore pubblico e privato.

Il piano di 60 giorni verrà annunciato ufficialmente giovedi, ha detto Maduro durante il programma televisivo, che includeva musica, danza e le gigantografie del defunto leader Hugo Chavez.

"Credo che saremo in grado di superare questa situazione senza aumentare le tariffe o senza ricorrere al razionamento", ha aggiunto Maduro.