[VIDEO] Basket, presentato Ettore Messina come nuovo c.t. dell'Italia. "Prometto sangue, lacrime e sudore per questa maglia"

di 22.01.2016 0:05 CET
Ettore Messina, allenatore della Nazionale italiana di basket
Ettore Messina, allenatore della Nazionale italiana di basket Reuters

A Roma nel Salone d'Onore del Coni al Foro Italico è andata in scena la presentazione ufficiale di Ettore Messina come nuovo allenatore della Nazionale italiana di Basket. Il tecnico nativo di Catania, che aveva già guidato la squadra azzurra dal 1992 al 1997, prende il posto di Simone Pianigiani.

PETRUCCI Le parole del presidente della Federazione Italiana Pallacanestro riportate dal sito ufficiale della Federbasket: "Ringrazio Simone Pianigiani per quello che ha fatto in questi anni: è un grande tecnico, ma abbiamo due caratteri diversi ed era giusto cambiare. Il ritorno di Ettore Messina in Italia è stato voluto da tutto lo sport italiano: non c'è nessuno che abbia criticato questa scelta. E' un allenatore che ha lasciato l'Italia da vincente, dimostrando il suo valore anche all'estero portando sempre in alto i colori dell'Italia. La serietà e l'entusiasmo che ci ha dato e che ha portato a tutti noi è notevole. Mi fa piacere ricordare che Ettore Messina allena gratis la Nazionale, credo che non esista nessun altro al mondo che lo faccia: questa è la dimostrazione dell'amore che il Commissario Tecnico ha per la maglia azzurra. Stiamo già lavorando per il rinnovo dopo il Pre Olimpico perché non vogliamo far cadere sul CT tutte le responsabilità della qualificazione ai Giochi Olimpici. Abbiamo una Nazionale forte ma bisogna fare i conti anche con le altre squadre: sarà difficilissimo ma ci proveremo. A Torino le altre squadre dovranno avere paura dell'Italia".

MESSINA Le parole del nuovo c.t. azzurro, riportate dal sito ufficiale della Federbasket: “A distanza di tanti anni conosco meglio l'importanza di allenare la Nazionale e sono consapevole delle responsabilità. E' un peso che si fa sentire ma mi fa piacere vedere tante persone in questa sala perché sento affetto vero intorno a me. Simone Pianigiani ha lasciato una squadra piena di entusiasmo, con ragazzi che hanno grande voglia di andare ai Giochi Olimpici e con uno staff competente, qualificato e coeso. L'ex presidente degli Stati Uniti Franklin Roosevelt voleva raggiungere con entusiasmo e fiducia tanti obiettivi. Il mio Franklin Roosevelt oggi è Giovanni Petrucci. Io invece mi sento come Winston Churchill: non posso promettere altro se non sangue, lacrime e sudore per questa maglia. Giocheremo il Pre Olimpico con tutte le nostre capacità e con la freddezza che serve per vincere gare importanti e provare ad andare poi a Rio. Spero di poter festeggiare insieme a voi”.