[VIDEO] The Undertaker, l’addio al wrestling è da brividi: a WrestleMania 33 la fine di un’era

di 03.04.2017 9:26 CEST
The Undertaker
The Undertaker Flickr

Tutto il mondo del wrestling celebra The Undertaker. Il Deadman lascia la WWE dopo trent’anni di successi, incontri memorabili e rivalità epiche. L’addio è da brividi. Con i 75mila spettatori che hanno affollato il Camping World Stadium di Orlando in occasione di WrestleMania 33 a tributargli un’autentica ovazione.

CLICCA QUI PER RIVEDERE WRESTLEMANIA 33 

ECCO CHE COSA È SUCCESSO A RAW DOPO WRESTLEMANIA 33: CLICCA QUI PER LEGGERE E VEDERE. 

#ThankYouTaker è l’hashtag che impazza sui social. Giusto così, perché Mark William Calaway, 52 anni, ha scritto la storia di questo sport spettacolare. E merita di essere omaggiato per quanto dato alla compagnia di Stamford e soprattutto al pubblico.

The Undertaker lascia con una sconfitta contro Roman Reigns, il top face imposto da Vince McMahon che non piace ai fan ma su cui tanto punta la federazione. Un passaggio di consegne che eleva lo status del Mastino, il cui atteggiamento sul ring è stato esemplare. Dopo tre spear, si avvicina a Taker che quasi invita il rivale a finire il compito. Alla quarta spear, il Deadman si arrende. Con devozione e rispetto, Reigns lascia la scena al mito senza accennare a festeggiamenti.

Taker si spoglia della sua gimmick e torna ad essere Mark. Via guanti, giacca e cappello, riposti al centro del ring. Poi un bacio alla moglie, l'ex WWE Divas Champion Michelle McCool. E l’ultima lenta camminata sulla rampa che sancirà il suo addio.

 

Il pubblico è in visibilio. Lo acclama. Lo osanna. Lo ringrazia. The Undertaker è una leggenda senza tempo. Unisce grandi e piccini. È la sintesi perfetta del vecchio e del nuovo. Del passato e del presente. È l’incarnazione della WWE. I rintocchi delle campane scandiscono la sua uscita prima di sparire calandosi nella stessa botola da cui era emerso. L’addio, questa volta, sembra essere definitivo.

#ThankYouTaker!