Vodafone, ecco quanti giga puoi utilizzare nei Paesi dell'UE: il calcolo sul sito ufficiale

di @PatosNokia m.serra@ibtimes.com 26.06.2017 10:27 CEST
Vodafone Euro Roaming
Vodafone Euro Roaming Vodafone

Se avete in programma un viaggio all'estero e siete clienti Vodafone, dovete sapere che non tutti i giga della vostra promozione potranno essere utilizzati nei Paesi dell'Unione Europea. Vodafone è l'unico operatore telefonico italiano che ha applicato la Regolamentazione Europea 2016/2286 che prevede la possibilità di utilizzare nei paesi membri dell’Unione Europea la propria offerta senza costi aggiuntivi; aggiungendo delle limitazioni.

Mentre minuti e messaggi sono validi senza restrizioni, la componente che riguarda il traffico internet è limitata automaticamente da Vodafone. Il motivo? Convincere chi deve affrontare un viaggio a sottoscrivere un'offerta dedicata tra le Vodafone Smart Passaport disponibili a questa pagina o guadagnare 0.77 centesimi di euro per ogni MB in più una volta superati i giga disponibili. Per calcolare quanti giga della propria promozione si possono utilizzare in Europa, Vodafone ha pubblicato un semplice strumento sul sito.

LEGGI ANCHE: iOS 11, disponibile la beta 2: cosa cambia e come installarla [GUIDA]

Vodafone, il calcolo dei giga disponibili in Europa Vodafone, il calcolo dei giga disponibili in Europa  Vodafone

Il tool esegue il calcolo per coloro che hanno sottoscritto le offerte Vodafone Special, Vodafone International C'all, C'all Super, Vodafone Shake e internet per tablet e PC, e si basa sull'importo dei rinnovi ogni 28 giorni. Per fare un esempio, gli utenti con Vodafone Special 7 GB che prevede 7 GB di internet a 7 euro avranno solo 1.5 GB da utilizzare in Europa. Chi paga 10 euro per ogni rinnovo avrà a disposizione 2.1 GB mentre chi paga 20 euro ogni 28 giorni avrà 4.2 GB. Una proporzione assurda visto che le recenti promozioni puntano al ribasso per offrire quanti più giga.

Vodafone ricorda inoltre che per godere di queste "agevolazioni" è necessario un legame stabile con l’Italia da parte dell'utente e quindi con una presenza sul territorio nazionale che dovrà essere prevalente rispetto a quella in Europa. I Paesi interessati da questa regolamentazione sono: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Romania, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria, Islanda, Lichtenstein, Norvegia, Isole Ahlands, Guadalupa, Saint Martin, Guiana Francese, Martinica, Mayotte, Reunion, Azzorre, Madeira, Gibilterra, Isole Canarie, Ceuta, Melilla, Isole Faroe e Isole Man.

ORA GUARDA: Smartphone, i migliori da comprare a maggio 2017 fino a 300 euro [GUIDA]