Xiaomi Mi5, lo schermo si mostra in una foto reale: cornici ridotte e Snapdragon 820

di @PatosNokia m.serra@ibtimes.com 07.12.2015 13:11 CET
Xiaomi
Xiaomi, un dispositivo Xiaomi

Le indiscrezioni su Xiaomi Mi5 non accennano a diminuire dopo che il mese di gennaio 2016 è stato quello designato dai più esperti per la sua presentazione. Giorno dopo giorno, infatti, si fanno strada nuove indiscrezioni sulla sua dotazione hardware che secondo Kevin Wang, analista di IHS Technologies, esordirà certamente con lo Snapdragon 820 di Qualcomm divenendo difatti il primo smartphone ad esserne dotato. La scelta di questo SoC che sarà accompagnato dalla GPU Adreno 530, 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna avrebbe contribuito all'estremo ritardo del progetto.

Un ritardo che sta infastidendo non poco gli appassionati che da più di un anno ormai aspettano di eseguire l'upgrade del proprio Mi4 e che il CEO di Xiaomi, Lei Jun, che ha calmato gli animi degli appassionati sottolineando che "l'attesa varrà la pena". Un'affermazione importante che prova a mettere in evidenza l'impegno che il brand di cui è a capo sta portando avanti per la realizzazione, possibilmente, di uno smartphone che vada oltre le aspettative comuni. Un'ipotesi sulla quale è d'accordo anche l'analista cinese Pan Jiutang che spiega come l'azienda stia impiegando tutte le risorse disponibili.

Xiaomi Mi5, lo schermo Xiaomi Mi5, lo schermo  mobile.it168.com

E che a queste sta aggiungendo il proprio know-how nella realizzazione. Se si guarda poi al recente RedMi Note 3, un capolavoro ingegneristico se si tiene conto del design e dalla distribuzione delle componenti, quello che i progettisti creeranno o comunque sono in grado di creare con Mi5 va veramente oltre i limiti dell'immaginazione gli utenti. Una dimostrazione di questo esercizio di stile viene rivelata in parte, dall'immagine pubblicata in rete in queste ore e che mostra parte dello schermo: un pannello IPS con la diagonale compresa tra i 5.2 e i 5.5 pollici e la risoluzione non inferiore ai 2560 x 1440 pixel.

Ma soprattutto un'unità a ridosso della scocca che suggerisce la presenza di cornici particolarmente ridotte che di fatto contribuiscono a rendere più esclusivo il design e che gli ingegneri possano sfruttare per alloggiare display più grandi in una scocca dalle dimensioni relativamente contenute. Il resto della dotazione hardware comprenderebbe la tecnologia 3D Touch in grado di rilevare le pressioni sullo schermo, un sensore di impronte digitali ed una fotocamera posteriore da 20.7 MegaPixel.

LEGGI ANCHE

I migliori smartphone sotto i 200 euro da mettere sotto l'albero [REGALI NATALE 2015]

Swift diventa open source. Lo annuncia Apple invogliando gli sviluppatori ad arricchirlo

Samsung Galaxy Note 5, ecco quando potrebbe uscire in Europa