Zona euro, continua a contrarsi la produzione industriale: -1,4% a Ottobre

di 12.12.2012 11:56 CET
Eurozona - recessione Crisi
Repertorio Reuters

Ad Ottobre di quest'anno la produzione industriare della zona euro è diminuita del 1,4% rispetto al mese precedente. Nell'Unione Europea, invece, il calo è stato più lieve: -1% su base mensile. Lo fa sapere l'Eurostat, l'ufficio statistico dell'Ue, con un report pubblicato oggi.

Su base annua (ovvero rispetto ad Ottobre 2011), invece, la produzione industriale è calata del 3,6% nell'area della moneta comune e del 3,1% all'interno dell'Europa a 27.

Su base mensile, crolla soprattutto la produzione di beni durevoli (-3,8% nella zona euro; -1,5% nell'Ue), di beni strumentali (-3% nella zona euro; -2,3% nell'Ue), di energia (-1,5% nella zona euro; -1% nell'Ue) e di beni intermedi (-1,2% nella zona euro; -1% nell'Ue). Cresce, invece, la produzione di beni non durevoli (+1,2% nella zona euro; +0,6% nell'Ue).

A livello nazionale, la produzione industriale su base annua è calata in tredici stati ed cresciuta in dieci. Tra i crolli più evidenti abbiamo l'Irlanda (-16,2%), l'Italia (-6,2%), la Bulgaria (-4,2%), l'Olanda e il Portogallo (entrambi -3,9%) e la Germania (-3,8%). Buoni, invece, i dati per Lituania (+10,3%), Slovacchia (+8,1%) e Malta (+4,5%).

La produzione industriale, comunque, sembra dare deboli segnali di ripresa rispetto ai mesi precedenti. A Settembre, infatti, la produzione industriale della zona euro era calata su base mensile del 2,3%.

Commenti